Tecnica

postheadericon Tecnica

postheadericon Trappole per antenne HF

Le cosiddette trappole sono dei circuiti accordati con risonanza di tipo parallelo.

La funzione della trappola, è di isolare tratti di filo per consentire il funzionamento dell’antenna su diverse frequenze.

La trappola non è altro, che un semplice circuito L+C, dove la L sta ad indicare l’induttanza espressa in micro Henry (uH); e la C, la capacità espressa in picoFarad (pF).

Quello che oggi vado a descrivere, è la maniera più semplice di realizzare trappole per HF, per dei dipoli 10/15/20 mt oppure il classico dipolo 40/80 mt.

In particolare descriveremo come realizzare una trappola risonante sui 28 Mhz.

Il materiale che ci serve allo scopo, è facilmente reperibile “sotto casa” senza troppi problemi.

Quello di cui abbiamo bisogno è:

  • 20 cm di tubo in PVC da 40 mm di diametro
  • 10 metri di cavo elettrico da 1.5 mm
  • 50cm di cavo COAX tipo RG-58/u
  • 2 perni 25x4 MA (con doppio e dado e rondelle)
  • nastro isolante o guaina termo-restringente

Quella che vedete in figura è la trappola terminata è pronta per la taratura.

Come dicevamo all’inizio dell’articolo la trappola essendo un circuito L+C, è formata da una capacità e da un’induttanza.

Nella realizzazione pratica la capacità è formata dallo spezzone di cavo RG-58 e l’induttanza dall’avvolgimento in cavo elettrico.

Nello specifico i valori sono: Per la capacità 20 pF, e per l’induttanza 1,7 uH.

Per realizzare la capacità utilizziamo un pezzo di RG58, dai sacri testi si evince che per ogni cm di RG58 abbiamo circa 0.93 pF, basteranno quindi circa 22 cm di RG58 per arrivare a 20pF

Per l’induttanza, cioè l’avvolgimento della bobina, utilizziamo del cavo elettrico da 1,5 mm.

Questa volta abbiamo bisogno di un induttanzimetro per calcolare il valore in uH.

Nel nostro cavo avvolgendo 6 spire di cavo elettrico da 1,5 mm, ben serrate fra loro su un supporto di PVC del diametro di 40mm , otteniamo circa gli 1,7 uH che ci occorrono.

Nella successiva foto possiamo notare il montaggio del condensatore sulla bobina, basterà collegare il condensatore alla bobina tramite i due pernetti posti agli estremi dell’avvolgimento.

Il procedimento appena descritto può essere utilizzato per realizzare qualsiasi bobina dai 10 ai 160 metri , per realizzare dipolo 10/15/20, dipolo 20/40, dipolo 40/80.

La (foto5) appartiene a un dipolo 40-80 modello W3DZZ di tipo militare ed è stata utilizzata dagli inizi degli anni 70 dai radioamatori che alloggiavano all’interno della base di Cape Canaveral U.S.A.

Fabrizio FORNARO, IZ7LDC

 

postheadericon K9DUR Voice Keyer: Strumento utile per un radioamatore

A seguito del mio ultimo acquisto, una radio SDR (Flexradio System Flex-3000) è subito nata l’esigenza di trovare in rete un programma che possa aiutarmi nel pile-up a “martellare” la stazione con il mio call, abbituato ormai da oltre 5 anni al Voice Keyer dei miei ICOM, mi sono subito visto eprso non avendo questa funzionalità duretta sul programma di gestione (PowerSDR).
Dopo svariate ricerche sulla rete, richieste di aiuto nei vari yahoo Group sull’argomento finalmente ricevo risposta da Raymond “Ray”, K9DUR i quale con piacere mi segnala una sua creazione freeware che farebbe al caso mio, ma non solo, anche al caso di chi ha una radio che non supporta questa funzionalità.

Read more...

 

postheadericon RXCLUS: DX-Cluster, Packet Radio e Telnet

In questo numero parliamo di un software molto simpatico ed utile ai noi radioamatori amanti del DX ma soprattutto attivo Hunter DXCC e IOTA, infatti grazie ad RXCLUS  potrete connettervi al vostro DX-Cluster ed attingere informazioni DX, al resto penserà lui… vi consiglio di leggere attentamente l’intero articolo e sono certo che sarà un software che prenderà a far parte delle utility Ham sul vostro PC.

Read more...

 

postheadericon Dipolo Filare per gli 80 metri

Dopo aver ottenuto la Licenza uno dei primi problemi da affrontare e quello delle antenne, spesso ci si trova davanti a risolvere diverse questioni , ad esempio nel mio caso ero ancora studente e i soldi scarseggiavano; tra una paghetta e l’altra riuscii a mettere da parte alcuni euro, e decisi di realizzare un dipolo filare per la Banda degli 80 metri.

Read more...

 

ORARI DI APERTURA
Giovedì
18.30 - 20.30

IQ7TA
Nominativo di Sezione

 

Frequenze Ripetitori

R4 IR7C
145.700 MHz Shift -0.600

RU4 IR7UC
430.100 MHz Shift -1.600

APRS IR7TA
144.800 MHz

Cluster
Please enter your callsign:

Please enter your password: